mercoledì 16 maggio 2012

La Cittadella Rai

La cittadella è uno sceneggiato televisivo tratto dall'omonimo romanzo La cittadella (The Citadel) di Archibald Joseph Cronin.
Fu prodotto dalla RAI nel 1964 riscosse uno straordinario successo di pubblico.
Recentemente io e la mia dolce metà abbiamo avuto il piacere di vedere l'edizione di quest'opera presente in youtube.
Ho dei bei ricordi di quando la cittadella RAI è stata trasmessa la prima volta e ne ho proposto la visione a mia moglie.
Manco a dirlo le è piaciuta molto e conseguentemente ci siamo proposti di acquistarne una copia in DVD. Nel mentre proseguiamo la ricerca in rete di altri sceneggiati che, come la cittadella, vedevano recitare dei bravi attori teatrali. Il prossimo appuntamento sarà con Nero Wolfe di Rex Stout nell'edizione recitata da Tino Buazzelli.
Trama della Cittadella
Un giovane ed idealista dottore scozzese, Andrew Manson, trova primo impiego in una cittadina mineraria in una valle del Galles del sud. Colpito dalle condizioni disumane in cui versa la popolazione, lavora per migliorarle. Sposa Christine, una insegnante del luogo ed in seguito assieme vanno a Londra, dove Andrew inizia a lavorare per un dipartimento governativo prima di iniziare la libera professione.
Manson viene sedotto dall'idea di un guadagno facile curando i clienti danarosi a scapito della carriera che inizialmente aveva intrapreso. Viene coinvolto in un giro di pazienti privati viziati e di affascinanti chirurghi, fino a quando un paziente muore a causa dell'incompetenza di un chirurgo. Manson accusa quest'ultimo della morte, e per ripicca, è trascinato davanti al Medical Council per aver utilizzato rimedi naturali tradizionali ma non riconosciuti dalla scienza medica, anche se i pazienti sono stati trattati con successo.
Christine tragicamente muore in un incidente stradale, Manson dopo essere riuscito a discolparsi in maniera convincente durante le audizioni decide di raggiungere due amici per aprire un nuovo studio in una tranquilla cittadina di campagna.

Crostini con funghi porcini

Ingredienti:
Pane tagliato a spicchi, tostato
500 g di funghi porcini oppure funghi selvatici
1 testa d'aglio
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva di alta qualità
1 pizzico di sale
200 g di burro
1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato finemente
 Preparazione:
Prima cosa accendere il forno a 130°C. Lavare e ripulire co una spazzola i funghi, mettere da parte 50 g di funghi i rimanenti tagliarli a fettine sottili e disporli in 4 piatti da forno; sminuzzare i rimanenti funghi.
Schiacciare l'aglio intero e soffriggerlo nell'olio bollente finchè si dorerà, poi toglierlo e aggiungere i funghi sminuzzati, stufarli a fuoco basso per qualche minuto, circa 4 minuti, e girarli spesso.
Quando i funghi saranno stufati toglierli dal fuoco e lasciarli raffreddare, frullarli e rimetterli in padella con 100 g di burro a pezzettini e scaldarli a fuoco lento stando attenti a non far soffriggere il burro.
Scaldare i piatti con i funghi nel forno già caldo. Tostare del pane tagliato a spicchi. Con il restanti 100 g di burro fuso incorporare il prezzemolo e versare la salsa ottenuta sui funghi riscaldati, mettere sui piatti il pane e versare il tutto sopra. Piatti da gustare caldi.

Polpettone mi stai sullo stomaco

Ingredienti:
200 g di tonno sott'olio di oliva
2 patate medie
3o g di parmiggiano gratuggiato
2 cucchiai di pangrattato
4 tuorli;2 albumi;
2 dl di olio di oliva
1 limone
sale-pepe q.b.
Preparazione:
Lessare le patate con la buccia, poi sbucciarle e passarle nello schiaccia patate, poi sgocciolare il tonno, e passare patate e tonno in un passa verdure a trama sottile oppure un setaccio. In una terrina mescolare bene patate e tonno, aggiungere gradualmente il parmiggiano grattuggiato, per amalgamare meglio il composto aggiungere 2 tuorli e a parte preparare gli albumi montati a neve fermissima. Mescolare bene bene il composto e aggiungere gli albumi montati a neve; stendere un canovaccio pulito e disporre il composto sopra , avvolgerlo a formare un salame e legare con dello spago da cucina le estremità, coprire il salame in strati di carta alluminio per evitare fuoriuscite del prodotto. Riempire d'acqua una casseruola, far bollire l'acqua e salare; poi immergere il salame nell'acqua, coprire con coperchio e far cuocere a fuoco basso per 40 minuti circa.
Maionese per guarnizione: 2 tuorli sbattuti, unire un pizzico di sale e pepe e mescolare, aggiungere a filo l'olio e qualche goccia di succo di limone e alternare prima l'olio poi il succo fino al completo assorbimento degli stessi. Una volta cotto il polpettone, togliere il canovaccio e la carta alluminio e lasciarlo raffreddare per bene. Per servire, tagliare il polpettone a fettine più sottili possibili, disporle in un piatto da portata e ricoprilre con la maionese già preparata precedentemente.

Dolce al limone

Ingredienti:
8 uova
250 g di zucchero semolato
2 limoni non trattati, possibilmente biologici
1 bustina di vanillina
Panna montata a piacere
Preparazione:
Lavare sotto acqua corrente i limoni e metterli a bollire in una pentola a bordi alti, tagliarli a pezzettini avendo cura di togliere i semi e passarli poi in un setaccio. Mettere 3 cucchiai di zucchero in un bicchiere; in una terrina aggiungere il passato di limone e il resto di zucchero, la vanillina e mescolare il composto con un cucchiaio di legno. Sbattere le uova e versarle al passato di limoni.
In un pentolino mettere lo zucchero che era nel bicchiere, mettere un cucchiaio d'acqua e scaldare. Fare carammellare lo zucchero, quando sarà tiepido versarlo in uno stampo, con le mani scaldarlo così lo zucchero si distribuisce meglio nello stampo, fondo e pareti. Adagiare lo stampo in una casseruola con acqua versare il composto e cuocerlo a bagnomaria per un'oretta circa, anche meno.
Quando sarà cotto fare raffreddare il dolce, sformarlo,e porlo in frigorifero fino al momento di servirlo. Come decorazione prima di servire aggiungere dei ciuffi di panna montata e a piacere qualche ciliegina sciroppata.

Torta in crosta

Ingredienti:
320 g di farina 00
120 g di burro a temperatura ambiente e a pezzettini;serbare una noce
100 g di speck tagliato a dadini
150 g di mozzarella per pizza tagliata a dadini
80 g di salame piccante spezzettato
1scamorza tagliata a fettine sottili
1 tuorlo per dorare la pasta
2 uova intere sbattute insieme al latte
2 cucchiai di latte
sale-origano-pepe q.b.
Preriscaldare il forno a 220°C
Preparazione:
Setacciare la farina e formare un vulcano, mettere il burro nel mezzo e impastare; tenere da parte una noce di burro; aggiungere un pizzico di sale e un po' d'acqua tiepida, l'impasto deve risultare morbido e omogeneo. Impastare e lavorare il composto per 25 minuti circa, poi farla riposare per una mezzora circa in una terrina infarinata e ricoperta da un canovaccio umido. Dividere la pasta a metà; prendere una metà e stenderla con il matarello in un piano infarinato, lo spessore del disco ottenuto con il matarello deve essere alto circa 2 millimetri; imburrare con la noce di burro messa da parte una teglia e infarinarla, rivestire la teglia con il disco di pasta ottenuta. Disporre all'interno uno strato di speck, il secondo strato di mozzarella e il terzo strato la scamorza, il quarto strato disalame piccante, l'ultimo strato coprire con due uova intere sbattute con il latte, aggiungere un pizzico di sale e pepe, cospargere a neve un pizzico di origano. Prendere la seconda metà di pasta e stenderla con il matarello sempre a formare un disco, appoggiare il disco di pasta sopra a formare un coperchio, far adagiare bene ai bordi della teglia, premere con le dita. Sbattere il tuorlo e spennellarlo sulla superficie della pasta, porre la teglia in forno preriscaldato a 220°C e far quocere la torta per circa 40 minuti nel ripiano intermedio, mettere all'interno del forno un contenitore pieno d'acqua, controllare la cottura per evitare sgradevoli sorprese.



martedì 1 maggio 2012

maggio

Ortofrutta
Verdura:
Aglio-Asparagi-Barbabietole-Barba di frate-Bietole-Carciofi-Carote-Catalogna-Cavolfiori-Cavoli verza-Cetrioli-Cipolle novelle-Coste-Fagioli-Fagiolini-Fave-Finocchi-Insalate di stagione-Patate novelle-Peperoni-Piselli-Pomodori-Porri-Prezzemolo-Rabarbaro-Rapanelli-Rosmarino-Salvia-Scorzonera-Sedano-Spinaci-Taccole-Zucchine.
Frutta:
Amarene-Arance ovali-Banane-Ciliegie-Fichi-Fragole-Frutta secca-Lamponi-Limoni-Mele-Nespole-Pere-Prugne-Ribes.
Pescheria
Pesci del mare e pesci di lago:
Acciughe-Agoni-Anguille-Boghe-Branzini-Carpe-Carpioni-Cefali-Dentici-Ghiozzi-Lucci-Naselli-Ombrine-Orate-Pagelli fragolini-Palamite-Palombi-Passere pianuzze-Persici-Pesci caponi-Pesci sanpietro-Pesci spada-Rombi-Salmoni-Sarde-Sgombri-Sogliole-Storioni-Tinche-Tonni-Triglie-Trote.
Maccelleria
Carne:
Anatre-Agnello-Asino-Capretto-Castrato-Cavallo-Conigli-Faraone-Galline-Manzo-Piccioni-Polli novelli-Tacchini-Vitello.