domenica 24 ottobre 2010

I ponti di Madison County

Il film narra della storia d'amore tra Francesca (Meryl Streep), una casalinga quarantacinquenne di origini italiane, e Robert (Clint Eastwood), un fotografo cinquantaduenne. La storia viene narrata attraverso i diari di Francesca, lasciati in eredità ai suoi due figli, ai quali decide di raccontare il tradimento al loro padre per il desiderio di essere conosciuta per ciò che è stata realmente. I due si conoscono in un momento in cui la famiglia di lei è fuori città e tra i due si crea subito alchimia. Dopo il primo giorno trascorso insieme, sembra quasi che i due non riescano a separarsi. Nascerà presto un rapporto intensissimo che durerà però solo quattro giorni. Il quarto giorno Robert le chiede di andare via con lui. Posta dinanzi alla scelta di dover lasciare la propria famiglia e una vita scontata e monotona per rifarsi una vita finalmente appagante con l'uomo che, per la prima volta, aveva saputo esaltarne interiorità e sensualità, lei ripiega sull'esistenza di sempre. Dopo la morte del marito, avvenuta quando ormai Francesca è anziana, lei decide di ricontattare Robert ma scoprirà che lo stesso è deceduto e che ha lasciato per lei molti ricordi e un libro di fotografie intitolato "Four Days - Remembering". I figli di lei, che inizialmente rimangono scioccati nell'apprendere la vicenda verso la quale non nutrivano il minimo sospetto, dopo aver letto tutta la storia riusciranno a capire il sacrificio che la madre ha fatto per la famiglia senza biasimarla per il tradimento nei confronti di Richard, il marito e riusciranno perfino a rispettarne le ultime volontà (che inizialmente erano considerate inaccettabili). Francesca decide infatti di essere cremata e chiede che le sue ceneri vengano gettate dal ponte su cui è iniziata la sua storia d'amore con Robert.